martedì 20 novembre 2018

Mamme... che si arrabbiano- Urlo di mamma Jutta Bauer

Follow my blog with Bloglovin

Buongiorno lettori, 


Oggi voglio spendere due righe su un albo illustrato uscito in Italia ormai da parecchi anni ma che non smette di avere (giustamente) grande successo. 


Urlo di mamma è un albo uscito nel 2002 (con varie ristampe l'ultima, se non sbaglio, nel 2017) dell'autrice tedesca Jutta Bauer, pubblicato da Nord-Sud Edizioni, 10,00€ [Dai 3 anni]


A volte, si sa, le mamme si arrabbiano e urlano. Un fatto del tutto normale e per un urlo non è mai morto nessuno. 
Anche io come voi ho ricevuto tanti urli dai miei genitori quando combinavo una marachella o quando facevo un capriccio (non per vantarmi ma ero la regina dei capricci, devo avere ancora in giro per casa scettro e corona), insomma, i genitori a volte si arrabbiano. 

Cosa succedere però al bimbo quando mamma perde la pazienza? 
Questo librino apparentemente semplice, racconta in modo geniale cosa può capitare al piccolo quando riceve un urlo ...di mamma.

Abbiamo un piccolo pinguino e la sua mamma. La mamma di questa storia è parecchio arrabbiata con il suo cucciolo tanto che gli urla. 
Stamattina la mia mamma ha urlato così forte, che mia ha mandato in mille pezzi.


La mamma dell'illustrazione è davvero tanto arrabbiata, ha il becco aperto e uno sguardo serioserio. Il cucciolo, che deve averla fatta spazientire, è prima stupito e poi lo vediamo disfarsi in taaaaaanti pezzettini. 
E' lo stesso pinguino che ci racconta come, dopo l'urlo, la sua testa sia volata tra le stelle, le sue ali nella giungla, il suo culetto in città... Voleva urlare di paura ma non poteva perché il suo becco era stato catapultato tra i monti. 
Ecco quindi che con una metafora la Bauer ci mostra cosa succede quando il piccolo si spaventa per un urlo di mamma. 
... però...
Se un urlo di mamma è normale, altrettanto normale è il fatto che la mamma (o il babbo) provveda poi a ricucire tutti i pezzettini del suo piccolo, rinsaldando così il loro amore. 


La mamma aveva raccolto e ricucito tutto, mancavano da attaccare solo le zampe. 

Il messaggio è chiaro e a portata di bimbo: mamma e babbo a volte si arrabbiano, ma il loro amore verso il loro piccolo è immutabile. 


Le illustrazioni asciutte e chiare accompagnano riga per riga il testo, rendendo figurato lo spavento del bambino ma anche il ritorno alla normalità del rapporto mamma/figlio e l'amore incondizionato del genitore. 




martedì 13 novembre 2018

Che la magia del Natale abbia inizio! - Libri per entrare nell'atmosfera natalizia

Follow my blog with Bloglovin




Buongiorno lettori, 


Finalmente è arrivato il momento in cui si può cominciare a sognare il Natale ed entrare ufficialmente nel mood natalizio. 

Per rendere magico questo mese e mezzo prima del giorno fatidico, non possono mancare (oltre a cioccolate calde, biscotti alla cannella e il profumo dei mandarini appena sbucciati) i libri, tanti tantissimi libri che porteranno i nostri bimbi ma anche noi grandi in un'atmosfera davvero magica.

Pronti? iniziamo!





Prima di tutto per entrare nel mood natalizio abbiamo bisogno del clima atmosferico adatto, freddo, possibilmente nevoso. 

Clima invernale per prepararci al Natale 


  • Giorno di neve, Komako Sakaï, Babalibri 2007, 12,50€ [Dai 3 anni] Cosa c'è di meglio di una bella nevicata per non andare a scuola e starsene al calduccio a casa con mamma a guardare la neve cadere? Un piccolo libro illustrato che vi farà sentire il silenzio ovattato della neve. 
Abbiamo fatto anche i pupazzi di neve. Avevo le mani ghiacciate e mi colava il naso. "Adesso dobbiamo rientrare", ha detto la mamma. "Domani giocheremo ancora."
  • Guarda fuori, Silvia Borando, Minibombo 2017, 12,90€  [Da 1 anno] Per percepire il silenzio della neve non c'è niente di meglio di un silent book. In questo caso abbiamo due bambini curiosi affacciati alla finestra che osservano la neve cadere. Davanti ai loro occhi avrà luogo una simpatica scenetta con conigli, ucellini e anche un orso!!
  • Un'eccezionale nevicata, Richard Curtis & Rebecca Cobb, Gallucci 2014, 16,00€ [Dai 5 anni] Cosa succederebbe se, arrivati a scuola dopo una nevicata, scoprissimo di essere i soli a parte... il maestro?! è quello che accade a Danny, ma una giornata partita con il piede sbagliato, si trasformerà in un momento magico!
  • Questa notte ha nevicato, Ninamasina, Topipittori 2017, 18,00€ [Dai 3 anni] Se siete alla ricerca di un libro da regalare, magari ad un amico, questo piccolo albo dal formato quadrato fa per voi. Con brevi frasi poetiche che accompagnano fotografie di freddo e di neve, il ritratto di un inverno quotidiano e magico. 
[...] Ogni cosa sembra immobile, anche i rumori sono diventati invisibili. Ma dove sono tutti? E' quasi tardi, devo uscire anch'io. [...] La strada è già segnata. in città vivono tante creature diverse, ognuna lascia la sua impronta.  

  • Sera d'inverno, Jorge Lujàn & Mandana Sadat, Bohem 2006, 13,50€ [Dai 3 anni] Avete presente il vetro appannato della finestra nella vostra casetta? avete presente i disegnini fatti con le dita sul vetro appannato dal calore? bene, dietro il vetro appannato, nella luna disegnata da piccole ditina, un abbraccio tra mamma e figlia.  

Per avere un Natale perfetto non può mancare l'albero con tutte le lucine colorate!

  • Il piccolo abete, Delia Huddy & Emily Sutton, Emme Edizioni 2015, 14,90€ [Dai 4 anni] C'è speranza per tutti a Natale, anche per un piccolo e sfortunato abete striminzito! Un libro che vi farà riscoprire la gioia dello stare insieme.

Non possono mancare stelle e luccichii a Natale
  • La stella di Natale, storia del quarto Re Magio, Bernard Villot & Frédérick Mansot, Jaca Book 2013, 13,00€ [Dai 4 anni] Di stelle qui di certo non ne mancano, siete pronti a leggere la storia del quarto Re Magio? 
Ed è così che, più di duemila anni fa, nacque la leggenda: quella di un re senza discendenti, che percorre il cielo una volta all'anno per esaudire i sogni di milioni di bambini."
  • I tre doni del giullare, Max Bolliger & Gianni De Conno, Bohem 2003, 13,00€ [dai 5 anni] Con affascinanti illustrazioni che creano un'atmosfera magica e sognante, la storia di un giullare, che, partito per donare al re dei regali, giungerà da lui a mani vuote... che fine avranno fatto i pacchi? 
  • Bianco Natale, Michael Lawrence & Artur Robins, Mondadori 2006, 12,00€ [Dai 4 anni] Qui a luccicare è il titolo in copertina. Babbo Natale quest'anno sarà aiutato da due improbabili aiutanti: Rudy, la renna più giovane del suo branco e Bimbo Natale. Pronti a viaggiare di camino in camino? 
  • Melrose e Croc, Emma Chichester Clark, Aer Edizioni 2005, 15,50€ [Dai 5 anni] Indicatemi una sola persona che non ama i glitter! amanti del luccichio brillantinoso questo libro si mostra ai vostri occhi in tutto il suo sfarzoso scintillio! mettetevi gli occhiali da sole. Ovviamente la storia è all'altezza della copertina. 
Di Babbi Natale ne abbiamo? 
  • Firmato Babbo Natale, Perrick Bisinski, Emme Edizioni 2004, 12,50€  [Dai 2 anni] Con uno stile semplice amato dai bambini, le illustrazioni di Bisinski ci portano da Max e Zoe che decidono di vedere Babbo Natale... ci riusciranno?
  • Dove sono le mutande di babbo Natale? Richard Merritt, CoccoleBooks 2015, 9,90€ [Dai 4 anni] In luoghi e contesti sempre diversi, dall'ufficio postale fino alla fattoria, aiutiamo Babbo Natale a trovare le sue mutande! ovviamente prima che arrivi Natale (un Babbo Natale senza mutandine non lo vogliamo vedere).

Regali, alberi e magia natalizia

  • Natale a casa con Toto e Pepe, Holly Hobbie, Fatatrac 2017, 15,90€ [Dai 3 anni] Penso sia uno dei miei albi natalizi preferiti, ci sono tutti gli elementi per ottenere un magico Natale: una casetta calda nel bosco, tanti animaletti (ragazzi ci sono dei porcellini, ho detto tutto), alberelli natalizi, la neve, addobbi, canti di natale, slitte magiche e tanto tanto amore. 
  • Camillo e il regalo di Natale, Ole Konnecke, Beisler Editore 2008, 12,50€ [Dai 4 anni] Un regalo che cade da una slitta ai piedi di Camillo e il suo orsetto Gustavo. Un'avventura eccezionale per restituire il pacchetto al legittimo proprietario... 
  • Il piccolo B, Jon Agee, ElectaKids 2014, 14,90€ [Dai 5 anni]  Stanchi del solito Babbo Natale? non c'è problema, in questo albo illustrato troverete un tenero, simpatico (e sopratutto in pigiama) piccolo Babbo Natale! 
  • La Nuvola Olga, Un Natale con i fiocchi, Nicoletta Costa, Emme Edizioni 2016, 12,50€ [Dai 2 anni]  Se come me, siete fan di Nicoletta Costa, non potete non leggere questo libro con la Nuvola Olga che regala la neve alla sua amica Lucia! Con vignette e una copertina morbidosa. 
  • Il gatto sulla collina, Michael Foreman, Il Castoro 2007, 12,50€ [Dai 4 anni] Amanti dei gatti, che siate bambini o grandi, questo libro è per voi. Un piccolo micio che vive in una località turistica, in estate trova cibo e sta al caldo ma in inverno scende la neve e fa freddo. Chi si prenderà cura di questo randagio? 
Per concludere questa carrellata dal sapore di cannella, non posso non consigliarvi almeno un classico della letteratura per l'infanzia: 

  • Il Natale di Pippi, Astrid Lindgren & Ingrid Nyman, La Nuova Frontiera Junior 2012, 14,00€ [Dai 4 anni] Se al Natale aggiungiamo Pippi la magia è completa e di certo non ci si annoierà. Un albo illustrato da leggere vicino al camino con una cioccolata calda.




Augurandovi di vivere a pieno la magia del Natale, vi auguro buona lettura!

martedì 6 novembre 2018

La timidezza- Viola non è rossa di Lorenza Farina & Martina Marcolin

Follow my blog with Bloglovin


Brutto affare la timidezza.

Se non si è timidi o non lo si è stati, non si può capire cosa si prova a stare in mezzo ad una classe di venti e più bambini, per la maggior parte casinisti e una maestra che alterna domande dirette a quelle che per rispondere si deve alzare la mano.

Molti bambini ci perdono il sonno ad essere timidi. Da bambina io la mano per rispondere alla maestra non la volevo alzare anche se la risposta la sapevo. Ero troppo timida.
Tante sono le cose che avrei voluto dire, raccontare, ma semplicemente non potevo.
Ai timidi viene un nodo tra lo stomaco e la gola che fa mancare il respiro quando si prova a dire qualcosa di importante, peggio ancora se quel qualcosa lo si deve dire a un grande o davanti a tanti occhi e orecchie pronti a giudicarci.
I timidi preferiscono stare zitti zitti ma non è vero che non hanno idee o non pensano anche loro tante cose. Di cose da dire ne avrebbero parecchie in verità.
Vorrebbero dire alla maestra le risposte giuste, e anche alcune sbagliate, vorrebbero chiedere al bambino/a che gli piace se vuole fare la fila per due insieme, vorrebbero andare al negozio e chiedere quattro di quelle caramelle alla fragola e panna così grandi da sembrare dobloni colorati.
Non è vero che i timidi sono noiosi o che non hanno voce.

Un giorno anche i timidi scopriranno come fare a non far caso a quel fastidioso nodo che si crea quando devono dire qualcosa di importante, anzi, un giorno troveranno piacevole quella vertigine, ci vuole solo un pochino di allenamento.

Nel frattempo,  vi consiglio un albo che fa al caso vostro (nostro).

Viola non è Rossa di Lorenza Farina e Marina Marcolin, Kite Edizioni 2008, 15,00€



Viola è una bambina timida. A Viola va via la voce quando deve parlare davanti alla classe e diventa rossa come una fragola quando si ritrova al centro dell'attenzione. 
Viola vorrebbe essere come gli altri bambini o, ancora meglio, invisibile, cambiare colore come un camaleonte, mimetizzandosi con quello che la circonda. 
Viola si sente sola anche se è in mezzo a tanti e la confusione la intimorisce. Quello che Viola non sa è che ci sono altri come lei e che non è sola. 
Delizioso albo, illustrato dalla mia amata Marina Marcolin con immagini delicate dal taglio quasi cinematografico. Siete pronti a farvi conquistare dalla piccola Viola con le sue rosse... scarpette?

Adatto a tutti i bambini timidi e magari anche ai grandi che ancora un poco lo sono. 

Se un solo albo sulla timidezza non vi dovesse bastare ecco altri libri che a me sono piaciuti molto:



  • Romeo & Giulietta, Mario Ramos, Babalibri 2014 [Dai 4 anni]
  • Come un pesce fuor d'acqua, Davina Bell & Allison Colpoys, Mondadori 2017 [Dai 4 anni]
  • Pietro Pomodoro, Daniela Palumbo, Mondadori 2014 [Dai 4 anni]
  • Ciao ombra!, Anna Curti, Notes 2016 [Da 1 anno]
  • Edoardo il timido, Barbara Nascimbeni, Emme 2003 [Dai 3 anni]

lunedì 29 ottobre 2018

Libri dal sapore autunnale

Follow my blog with Bloglovin


Buonasera lettori, 

Ormai, che ci piaccia o no è arrivato l'autunno. 
Fino a questo momento ho cercato di ignorarlo (non è tra le mie stagioni preferite) ma devo farmene una ragione (sopratutto con l'entrata in vigore dell'ora solare) e quindi, in attesa che torni la mia amata primavera, ho scovato dei libri che hanno un sapore squisitamente autunnale e che si prestano ad essere letti sotto la copertina con un tè o il latte caldo, nei ventosi pomeriggi, quando le foglie svolazzano qua e la (per i depressi come me, che stanno cercando solo di sopravvivere fino a marzo, consiglio una cioccolata calda con panna e una spolverata di cannella).

Album per i giorni di pioggia
Dani Torrent, Edizioni Corsare 2014, 15,00€ [Dai 4 anni]

Un bambino ci racconta come mai l'ultimo giorno d'estate, quando l'autunno comincia a farsi sentire e la scuola è alle porte, è il suo giorno preferito. 
In un album raccoglie in scatti fotografici momenti fugaci trascorsi con la sua famiglia a divertirsi ma sopratutto momenti passati tutti insieme. 
Consigliato a chi si sente malinconico. Da leggere scaldati dai raggi del sole. 

Filastrocca ventosa per bambini con il fiato corto
Giovanna Zoboli & Simona Mulazzani, Topipittori 2004, 11,00€ [Dai 0 anni]

Non so voi ma io odio il vento. Ho cercato quindi un libro che me lo facesse vedere sotto un'altra luce, che mi facesse divertire pensando a lui. 
Filastrocca ventosa, con le sue rime e le sue illustrazioni colorate mi ha donato un momento, lungo un soffio, durante il quale il vento non mi è sembrato poi così male. 
Consigliato a chi odia i capelli spettinati.


Soffia il vento nelle steppe, 
Soffia il treno alla stazione, 
Soffia anche il buon Giuseppe, 
quando suona il suo trombone. 
Soffia a nord la tramontana
e la brezza sul banano ...


Lenny & Lucy 
Philp C. Stead & Erin E. Stead, Babalibri 2015, 13,00€  [Dai 5 anni]

All'inizio di un freddo autunno Peter, suo babbo e Harold il cane, traslocano in una nuova casa vicino al bosco. La nuova casa non è come la vecchia e buona casa, e il bosco dall'altra parte del ponte fa un po' paura a Peter e Harold. I due decidono quindi di creare dei guardiani: prima Lenny e poi Lucy, per tenere compagnia al primo durante la notte. 
Anche Peter troverà una nuova amica e da quel momento la casa che era inospitale diventerà accogliente e il bosco meno inquietante. 
Consigliato a chi si sente insicuro davanti un nuovo inizio.


Orso ha una storia da raccontare
Philip C. Stead & Erin E. Stead, Babalibri 2012, 13,00€ [Dai 3 anni]

Orso prima che cada in letargo cerca qualcuno a cui raccontare una storia. Tutti gli amici che incontra sono però indaffarati in vista dell'inverno e Orso è costretto ad aspettare la primavera per avere la loro attenzione. Arrivato finalmente il momento del racconto però...

Consigliato a tutti quelli che aiutano gli altri senza chiedere nulla in cambio.



La mia invenzione 
Silvia Vecchini & Maria Giròn, Edizioni Corsare 2015, 15,00€ [Dai 3 anni]

Per leggere questo albo avrete bisogno di tranquillità, di una comoda poltrona, una calda coperta e, se proprio volete esagerare, il caldo tepore di un camino acceso. 

Vedrete che senza nemmeno accorgervene farete uso di questa meravigliosa invenzione! 

Se la metti in una stanza 

può fare da termometro per capire
quanto e con chi stai bene 
perché avvicina quelli a cui piace stare insieme. 

Una sola avvertenza: 

l'invenzione misura 
anche quanto sei arrabbiato
ed è pericolosa 
perché se hai un cuore duro può sfuggirti di mano 
e diventare un muro.

Consigliato a tutti i grandi e bambini che amano il rumore della pioggia sui vetri.

E con questo ultimo albo illustrato vi auguro dei felici giorni autunnali. 



venerdì 19 ottobre 2018

Versi tra versi- Annette Diesen

Follow my blog with Bloglovin


Buongiorno lettori!

Oggi torno a parlarvi di libri tattili con un libro unico nella sua essenzialità sia per quanto riguarda il testo che le illustrazioni.


Versi tra versi di Annette Diesen 
Enel Cuore Onlus & Federazione Nazionale delle Istituzioni Pro Ciechi
2011




Vi rimando ad un bel video che ho trovato su YouTube dove  il libro viene sfogliato tutto e mostrato nella sua "tattilità".

Di formato piccolo e rettangolare, ha delle pagine cartonate molto resistenti e rilegate da una spirale ad anelli che permette di sfogliarle in modo facile. 

Le parole sono riportate sia in lettere che in braille. 

Sul retro della prima pagina troviamo tutto l'alfabeto tradotto in braille, dopodiché ha inizio il testo in versi e rime.

Ogni verso scritto in stampatello grassetto è tradotto subito sotto in lingua braille consentendo una lettura (all'occorrenza) simultanea.

Le illustrazioni tattili seguono passo a passo le parole andando a completare la narrazione. 









TRE RIGHE DRITTE 
DUE SOLE MANI 


STIRA E PIEGA 
BUCHI E PIANI 










SENTIERI E PUNTI 
UN SERPENTINO









CODA E CORSE 
UN TOPOLINO 








I colori usati sono solo 3: nero, bianco e arancione. 

Le parti in nero sono in velluto, molto gradevoli al tatto, mentre quelle in bianco sono in cartone lucido. In questo modo si crea un contrasto tattile tra le due che risulta molto interessante.
Continuando a sfogliare il libro troviamo anche pagine con buchi e altre in cartone ondulato sempre accompagnate dal doppio testo. 


Annette Diesen è riuscita a far sembrare facile l'ideazione di questo libro ricercato ed elegante. 

Adatto a tutti. Grandi e piccoli, non vedenti e vedenti. 



martedì 16 ottobre 2018

Il richiamo della palude- Davide Calì & Marco Somà- La tematica dell'adozione

Follow my blog with Bloglovin

Buongiorno lettori, 

Ieri, approfittando della mia giornata libera dagli impegni lavorativi, sono riuscita finalmente a sfogliare l'ultimo albo entrato nella mia libreria: Il richiamo della palude  di Davide Caì e Marco Somà, pubblicato da Kite Edizioni nel 2016 (16,00€). 



Di classico formato rettangolare con copertina rigida, l'albo riporta sul retro la frase: "Bisogna assomigliarsi per volersi bene?"

Il libro, senza giri di parole, affronta il tema dell'adozione. 

Un neonato viene trovato da una coppia in una palude. La coppia sa di non poter avere figli e decide di salvare il bambino, adottarlo e chiamarlo Boris. 
Gli anni passano e il bambino va scuola, si fa amici, cresce amato e nel complesso felice. 
Con il tempo però comincia a notare molto di più le differenze (le branchie, gli occhi grandi), che sono sempre esistite, tra se stesso e gli altri, compresi i suoi genitori. 
Sente la necessità di conoscere le sue origini, percepisce il richiamo della palude. 
Boris decide così di tornare nel luogo da dove è stato raccolto e nel quale inizialmente si sente finalmente a casa. Nella palude quelli che lo circondano sembrano uguali a lui e lo fanno sentire a suo agio. 
Il tempo passa e i suoi genitori inviano a Boris tanti messaggi, sempre con le stesse parole: "Se tu sei felice dove sei, siamo felici anche noi".

Nel frattempo il bambino inizia a rendersi conto di una cosa: quelli che gli erano parsi, finalmente, come lui in realtà non lo sono, ridono e parlano in modo diverso da come fa lui, mangiano cose diverse, hanno interessi differenti e Boris comincia a riflettere...

"Quanto uguali sono le persone alle quali ci sentiamo uguali? difficile dirlo. [...] Improvvisamente gli mancò l'odore di casa. Non un profumo particolare. era più come una nostalgia, che gli sembrava di percepire nel naso e che gli ricordava momenti felici. [...] Quanto uguali a noi devono essere le persone alle quali voler bene? Questa domanda attraversò la mente di Boris come un pesciolino. I suoi genitori lo avevano voluto anche se non avevano le branchie, non importava che il loro figlio gli somigliasse."

Bello e intenso, questo libro permette di parlare in modo diretto e schietto di una tematica che a volte risulta difficile da affrontare e riesce anche in modo più generico a trattare  la questione della diversità.  

Alla fine della lettura nella mia pancia un groviglio di emozioni e nella mia mente la chiarezza di una verità assoluta che viene però esplicitata in parole: "Forse quelli uguali a noi sono semplicemente coloro a cui vogliamo bene e quelli che ce ne vogliono?"

E' confortante sapere che sui nostri scaffali si possono trovare libri di questa bellezza.
Oggi abbiamo più che mai bisogno di queste pagine. 


martedì 9 ottobre 2018

Una cosa difficile- Silvia Vecchini- Sualzo - La difficoltà di chiedere scusa

Follow my blog with Bloglovin


Buongiorno lettori, 

Vi siete mai accorti che a volte le cose importanti e all'apparenza facili da fare nascondono in realtà un lato oscuro che le trasforma in cose difficili? 

Volete un esempio? 
Chiedere scusa - uno "scusa" sentito realmente, non detto tanto per dire- può sembrare facile ma in realtà a volte non lo è. 
La questione ovviamente non riguarda solo i bambini ma anche (e mi verrebbe da aggiungere sopratutto) gli adulti. Troppo orgoglio, mancanza di empatia, menefreghismo nei confronti dell'altro portano a non domandare scusa nemmeno quando siamo coscienti di aver sbagliato o di esserci resi conto di essere in torto. 

Per i bambini la reticenza a chiedere scusa sta nella difficoltà di mettersi nei panni altrui, nel gestire le proprie emozioni e a volte influisce anche il fatto di non avere degli esempi adeguati da seguire. 

Ordunque ecco un albo su questa cosa difficile. 

Una cosa difficile di Silvia Vecchini & Sualzo, pubblicato da Bao Publishing 2016, 13,00€



Questo libro di piccolo formato con copertina cartonata rientra nella categoria dei Silent Book, quei libri senza parole (qui compare solo una parola ed è quella importante) che parlano il solo linguaggio universale delle immagini. 

Le illustrazioni sono in bianco, celeste e nero e hanno per protagonista un cagnolino che vediamo precipitarsi giù da una collina all'inseguimento di una rotellina. Una volta raccolta, c'è un attimo di esitazione, il nostro protagonista è assorto in pensieri importanti e alla fine prende la sua decisione: torna indietro su per la collina, controvento scala una montagna sotto la neve per arrivare, infine, sulla cima dove vediamo un polletto seduto e molto affranto. 

La rotellina è quella del carretto rotto che vediamo poco distante. La parola magica esce dalla bocca del cagnolino e insieme aggiustano l'oggetto per poi scendere nuovamente a valle... insieme. 

Ho speso un sacco di parole per raccontarvi brevemente la storia ma al libro basteranno poche immagini per farvi innamorare di lui. 

Consigliato ai bambini che fanno fatica a fare questa cosa difficile e ai grandi che si devono mettere in discussione e affrontare il fatto che, prima o poi, tutti sbagliamo ma l'importante è sentire dentro quel sentimento che porta a pronunciare la parola magica a volte così difficile da dire.